chiesa del SS. SALVATORE - CAPRITOURISM

Vai ai contenuti

Menu principale:

chiesa del SS. SALVATORE

STORIA/CHIESE

CHIESA DEL SS SALVATORE










Chiesa del SS. Salvatore
Dalla piazzetta, prendendo via M.Serafina, bastano soltanto 5 minuti per giungere alla chiesa di S.Teresa. Iniziata nel 1666, per sostituire l’antica “Cappella del Salvatore”, fu progettata e affidata nella realizzazione finale all’architetto Dionisio Lazzari, per essere poi consacrata nel 1685 dal cardinale Vincenzo Maria Orsini e da monsignor Dioniso Petra, vescovo di Capri. Accanto ad essa si eregge un convento, che fu costruito nello stesso periodo della chiesa, tutt’oggi in funzione. L’entrata della chiesa di S.Teresa è introdotta da una scala a doppia rampa che porta ad un atrio rettangolare, il quale precede l’area liturgica composta da un’unica navata su cui si aprono due cappelle per lato. Sia l’impianto della navata che quello delle cappelle laterali sono ricoperte da mattonelle quadrate maiolicate, che compongono in vari colori un’ariosa trama di festoni, fiorami e volute. Oggi purtroppo esse sono per lo più rovinate e sostituite da aggiunte arbitrarie che però non rovinano la bellezza di questa piccola chiesa. Passando, poi, a visitare il convento, vi è, sopra l’ingresso al chiostro, l’iscrizione latina in memoria di Suor Serafina di Dio. Al centro del chiostro si conserva ancora il parapetto marmoreo e la carrucola del pozzo che sovrastava una delle cisterne del convento. All’interno vi è un grande affresco rappresentante Suor Serafina; che si distingue però a malapena



 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu